L’inglese a misura di… social

Ero seduta al tavolino di un bar, e mentre aspettavo il mio caffè non ho potuto fare altro che notare due ragazze indaffarate con lo smartphone sedute accanto a me. Il dibattito verteva sulla catption più azzeccata per l’ultima foto si instagram, che come spesso accade, si posta in inglese perchè “fa piu figo”.
Awareness era la prediletta, risparmio le pronunce e gli errori grammaticali. La cosa che piu mi ha stupito era la totale ignoranza del vero significato della parola. Googlano per verificane lo spelling (e meno male!) e fu cosi che ne scoprirono anche il senso!
La consapevolezza, appunto. Allora mi sono chiesta: che importanza ha l’appredimento della lingua inglese per i millenials? E il pane quotidiano di tutti, e nel mondo dei social si naviga in un mare pieno di pericoli. A chi non è mai capitato di vedere un errore sul web?
Si parte per un weekend, si postano stories, si indossa un blazer e si lascia un feedback. A volte si trova il boyfriend, a volte si è single. Ma possiamo anche parlare di poitica, il Job Act, o la famigerata Brexit – che ha persino dato vita ad un neologismo, he’s brexiting: lui sta andando via (ma ci sta mettendo molto!).
Si puo lavorare part-time, full-time, fare un internship o magari diventare CEO. Si fa un meeting, una conference call, si manda una e-mail e bisogna rispettare le deadlines.
Chi non è mai andato in un sushi all you can eat? Chi non ha mai approfittato del Duty-free in aeroporto?
Insomma, l’inglese è davvero ovunque. A casa, a scuola, al lavoro, quindi perchè non approfittare di questa esperienza scolastica per comprendere e abbuffarsi il piu possibile di nozioni, di curiosità e domande su questa lingua che sta conquistando il mondo? Potrebbero giovarne anche… i vostri profili social!

Gloria Piovani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.