logo
CONTATTI

La motivazione ad apprendere come bisogno intrinseco di crescita

Ogni individuo compie un’azione o tende a metterla in atto grazie alla motivazione. La motivazione non è altro che l’insieme dei fattori dinamici aventi una data origine che spingono il comportamento verso la meta. Non sono altro che il movente ad agire, a mettere in atto un piano d’azione al fine di raggiungere obiettivi prefissati.

La motivazione, facendo un excursus storico, è da sempre strettamente legata al bisogno, in modo particolare il bisogno di competenza. Già alla fine del 1950 White, noto psicologo americano studioso della personalità, ipotizzava una motivazione manifestata nei bambini sin da piccoli di interazione con l’ambiente. Negli anni ’60 questa motivazione è stata utilizzata da Bruner, psicologo cognitivista, nella teoria da lui ideata sul sostegno motivazionale all’apprendimento per scoperta. Esiste quindi una motivazione intrinseca o un bisogno primario che può trovare solo realizzazione nell’apprendimento scolastico.

In questi ultimi decenni lo studio della psicologia della motivazione ad apprendere ha avuto notevole importanza e si è articolato in tre ‘research path’.

  • Il primo consta nella social cognition ovvero (come dice la parola): lo studio delle modalità in cui l’allievo rappresenta a se stesso gli obiettivi e i risultati del proprio comportamento.
  • Il secondo è il filone dell’autoregolazione dell’apprendimento, che comprende tutte le strategie con cui l’individuo verifica, controlla e modifica i propri comportamenti per raggiungere obiettivi di apprendimento e riuscita.
  • Il terzo riguarda gli aspetti ‘vitalizzanti’ della motivazione e cioè i fattori che attivano il comportamento dell’individuo verso attività che lo attraggono e a cui attribuisce un valore.

Ed è in questo ultimo ‘filone’ di pensiero circa la motivazione che si inseriscono i nostri ragazzi e le nostre ragazze. La motivazione, che io chiamo energica e vitalizzante, parte proprio dal bisogno di ogni ragazzo di perseguire ciò che lo attrae e che lo valorizza. I nostri allievi e le nostre allieve iniziano il primo anno con una forte attrazione verso le materie professionali, che non solo hanno una base teorica importante, ma che sono tangibili sin da subito grazie alla forte componente pragmatica ed esperienziale che contraddistingue la didattica dei centri di formazione professionale da qualsiasi altra scuola.

L’apprendimento motivazionale che è alla base dell’offerta formativa della nostra scuola è basato sull’attivazione e l’orientamento specifico di ogni singolo alunno.

Per fare un lavoro eccellente con ognuno dei nostri studenti è fondamentale considerare la questione degli obiettivi. Imparare a scuola, come nella professione (non nominata a caso, ma volutamente vista l’esperienza importante che Ok School Academy offre ad ogni studente in vista di una altrettanto celere carriera nel settore) comporta nell’allievo molte, direi quasi infinite, occasioni di apprendimento, come per esempio le abilità di base o come l’acquisizione e l’utilizzo di regole. L’achievement (la riuscita) è il concetto che unisce comportamenti anche molto diversi ma rilevanti dal punto di vista motivazionale: l’allievo si pone degli obiettivi e vuole riuscire nell’apprendimento per migliorare le sue competenze. Alla base di tutto ciò, parlando in termini precisi, ci sono tre bisogni psicologici (che se soddisfatti portano al benessere e se contrastati al relatedness e cioè malessere): competenza, autonomia e relazione (Deci e Ryan, 1995). Ed è fondamentale approfondire questo aspetto. Chi più del docente ha questo grande e fondamentale compito?

Spesso quando si parla di motivazione scolastica, si tende a vedere l’insegnante come un ‘regista’ che influisce sulla motivazione. Infatti egli stesso interagisce in modo profondo sulla motivazione dell’allievo sia nelle modalità in cui struttura la classe, sia in forma indiretta ma non meno incisiva, con le proprie convinzioni e la propria motivazione professionale. Guidare la motivazione dei ragazzi è la mission di ogni nostro docente. Con cura e dedizione i nostri professionisti accompagnano nel percorso di crescita i ragazzi, motivandoli e generando in loro un bisogno sempre più crescente di sapere che viene prontamente soddisfatto da un ‘mix’ di conoscenza, competenza professionale e pratica che contraddistingue da sempre i centri di formazione professionale, Ok School Academy in modo particolare.

Paola Ciociola

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *